Seo per ecommerce, l’abc di una startup di successo

Seo per ecommerce, l’abc di una startup di successo

Ecommerce e startup innovative, un binomio che in Italia è destinato a fare il botto. Un po’ perché anche qui, nonostante numeri ancora al palo rispetto alla media europea, il business della vendita online è destinato a sfondare, una volta superate le resistenze culturali e i limiti di copertura che finora lo hanno frenato; un po’ perché sempre più startup stanno puntando sul made in Italy, strizzando l’occhio al commercio digitale internazionale.

In Italia, ogni giorno che passa, il panorama delle startup innovative si fa sempre più ricco e variegato. Dall’inizio dell’anno al 31 marzo, infatti, sono state 6880 ad iscriversi nella sezione speciale del Registro delle Imprese. Un dato significativo che fa registrare un +2% rispetto alla fine del 2016. Molte di queste si sono inserite nel contesto retail e da subito hanno puntato forte sull’ecommerce. Perché?

Innanzitutto, per una questione strategica. Presto detto: dar vita a una piattaforma di ecommerce da zero è molto più facile ed efficace che adattare un ‘vecchio’ sito a tale scopo. Così facendo è possibile pianificare da principio tutte le attività e i parametri Seo per ecommerce, calibrandoli e personalizzandoli in base al core business del venditore, al suo target, alla tipologia di prodotti o servizi che offre.

Spesso viene sottovalutata, eppure una buona strategia Seo per ecommerce è capace di dare ottimi risultati nel medio e lungo periodo.

Pianificare, prima di tutto. Per essere visibile sui motori di ricerca, e quindi per attrarre sempre più clienti, il sito ecommerce di una startup e la sua architettura devono essere impostati con una precisione quasi chirurgica. Testi, immagini e url devono essere originali e funzionali al tempo stesso. Il portale dev’essere mobile friendly, intuitivo, chiaro e veloce. Ricco di collegamenti e suggerimenti che facilitino l’esperienza di navigazione del potenziale cliente.

L’improvvisazione è improduttiva e deleteria, tanto per una startup quanto per un’attività già ‘navigata’ nel mondo del retail online. Meglio affidarsi al supporto di professionisti qualificati – tra le tante agenzie di web marketing, Nomesia è specializzata nel Seo per ecommerce – in modo da scalare posizioni sulle pagine dei motori di ricerca.

Gli investimenti nelle attività Seo sono una delle prime voci da mettere in preventivo se si vuole lanciare con buone prospettive una startup e la relativa attività di ecommerce. Offrire prodotti innovativi e potenzialmente capaci di stracciare la concorrenza, rimanendo però invisibili al grande pubblico, è come possedere una Ferrari senza benzina.

 

Foto da ewebicon.com